La prima ricerca DE&I su popolazione e aziende

Inclusività e diversità, opportunità e rischi
La ricerca di Omnicom PR Group Italia

Nel 2022 Omnicom PR Group Italia ha presentato la prima ricerca su DE&I che analizza il livello di percezione e consapevolezza su questi temi tra popolazione generale e lavoratori. L’indagine, condotta con Astra Ricerche e rilasciata a seguito della Giornata Mondiale della Diversità Culturale, mira a sensibilizzare l’opinione pubblica circa le opportunità e i rischi dello scenario attuale e il ruolo che le aziende posso ricoprire nella costruzione di contesti inclusivi, equi e rispettosi delle diversità.

Vuoi avere maggiori informazioni?

Solo un italianə su due è ben informatə sui temi di Diversità, Equità e Inclusione

Solo il 49.6% della popolazione italiana afferma di essere ben informato su DE&I (il 7.0% non lo ha sentito affatto nominare nel dibattito pubblico), mentre la conoscenza di questi temi è superiore nelle aziende dove la percentuale raggiunge il 53.7%.

Popolazione

Lavoratorə

Poco più del 30% delle persone intervistate crede che nel Paese l’equità sia garantita per tuttə

L’equità intesa come parità di opportunità a prescindere dalle condizioni di partenza – garantita dall’Articolo 3 della Costituzione – non viene percepita dalla popolazione italiana come obiettivo pienamente raggiunto.

Secondo i risultati della ricerca, solo un terzo delle persone intervistate ritiene che l’equità in Italia venga rispettata “molto o abbastanza” (33.9%). Mentre per poco più di un terzo (35.2%) la risposta è “così così”, e per il restante 30.9% è “poco o per niente vero”.

Popolazione

Lavoratorə

Il tema dell’equità è stato invece percepito da chi lavora con più ottimismo: in azienda le condizioni di partenza contano molto meno per poter raggiungere uno ‘stato’ superiore.

Fondamentale il ruolo delle aziende: oltre il 65% della popolazione italiana preferisce realtà impegnate in DE&I

Il 65.5% preferirebbe i prodotti di aziende impegnate in progetti DE&I, il 61.1% non ne comprerebbe i prodotti se venisse a conoscenza di comportamenti anti-inclusivi, di non valorizzazione della diversità. Ma non si chiede solo di “comportarsi bene”: per il 67.8% le aziende dovrebbero spingere i propri clienti ad essere inclusivi, dovrebbero “educare” i cittadini-consumatori.

Attualmente tutto ciò è molto limitato dalla forte difficoltà nel capire quali aziende sono virtuose e quali pessime in merito alla Diversità&Inclusione (70.4%) tanto che solo il 14.7% indica spontaneamente una o più aziende davvero impegnate e che più di un italiano su tre (34.9%) non conosce l’impegno DE&I di alcuna delle 18 aziende proposte nel questionario (e solo 4 superano il 20% di associazione a comportamenti positivi)

Vuoi avere maggiori informazioni?

Per accompagnare le aziende in un percorso personalizzato di consapevolezza e sviluppo del tema della DE&I abbiamo creato un test* che restituisce in modo chiaro e preciso una fotografia della propria situazione. Grazie al prezioso contributo del nostro partner AstraRicerche, siamo in grado di generare un profilo rilevante sia sociologicamente che statisticamente

Cosa aspetti a scoprire se tu e la tua azienda siete DE&I ready?

*Chiunque farà il test e deciderà di lasciarci i propri dati, potrà scaricare il report della ricerca DE&I condotta da AstraRicerche nel 2022 e il relativo comunicato stampa, indagando qual era lo stato delle tematiche DE&I non solo nella popolazione generale, ma anche nelle aziende. In più, questi dati verranno anche utilizzati per creare l’Osservatorio continuativo della situazione della DE&I in Italia.